logo

ETICHETTATURE IMBALLAGGI - AGGIORNAMENTO

In relazione all’obbligo di etichettatura degli imballaggi previsto dall’art. 219, comma 5 del Codice dell’Ambiente, vi informiamo che Confindustria sta continuando a sostenere a tutti i livelli ministeriali la necessità di estendere la sospensione dell’efficacia anche al secondo periodo della citata disposizione, previsto, invece, come sapete, per il solo primo periodo dal DL “Proroghe”.  

Resta, quindi, pienamente in vigore la previsione per cui “I produttori hanno, altresì l'obbligo di indicare, ai fini della identificazione e classificazione dell'imballaggio, la natura dei materiali di imballaggio utilizzati, sulla base della decisione 97/129/CE della Commissione”


L’azione che si sta portando avanti, quindi, intende estendere il regime transitorio anche a tale obbligo e, in seconda battuta, chiedere al MITE di provvedere a chiarire tutti gli aspetti applicativi della disposizione (es: esclusioni; salvo scorte; compatibilità con adempimenti UE; ecc.), in modo uniforme per dare indicazioni chiare agli operatori. 

Vi  segnaliamo che una recente circolare di ASSOGRAFICI ha evidenziato che l’obbligo di marcatura resta in capo ai produttori di imballaggi, così come le informazioni da riportare sulle confezioni che non può in alcun modo essere delegata al cliente.

Da parte del Ministero non sono ancora state definite le regole per la grafica da adottare e non ci sono indicazioni su posizione, colore e dimensioni dei codici da inserire.

Sarà nostra cura informarVi su eventuali nuove indicazioni.

Share
Portale Uni.Co.