logo

DIFFERIMENTO TERMINE RINNOVO CANONE ABBONAMENTO RADIOTELEVISIVO SPECIALE

In questo difficile periodo, segnato dalla pandemia da Covid-19 e dai suoi effetti così devastanti a livello mondiale, la Rai -in quanto concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo e multimediale- è chiamata a sempre più importanti sforzi produttivi, organizzativi ed ideativi.

 

I maggiori costi che ne sono derivati non hanno inciso sull’importo del canone, che pure costituisce per legge la fonte di finanziamento del servizio pubblico.

 

Al contrario, in considerazione del fatto che molti abbonati speciali sono tra i soggetti che hanno subìto e stanno ancora subendo le maggiori ripercussioni economiche della pandemia, il Consiglio di Amministrazione della Rai, nella seduta del 16 febbraio scorso, ha approvato  la proposta della Direzione di differire dal 31 gennaio al 31 marzo 2021, senza oneri aggiuntivi, il termine per il rinnovo del canone di abbonamento radiotelevisivo speciale relativo all’anno in corso, concedendo, di fatto, una moratoria di due mesi senza alcuna maggiorazione.

 

Ma la Rai vuole ulteriormente testimoniare la vicinanza ai suoi abbonati facendosi parte attiva nell’acquisire ogni informazione utile ad evitare di raggiungere con indebite comunicazioni relative al canone, soggetti che dovessero purtroppo aver cessato la loro attività.

 

Pertanto le aziende che hanno cessato l’attività da febbraio 2020 potranno inviare all'indirizzo pec : canonispeciali.an@postacertificata.rai.it, la dichiarazione di cessazione attività indicando:

 

 

-        Denominazione / Ragione Sociale

-        Data di cessazione dell’attività

-        Codice fiscale / Partita Iva

-        Indirizzo sede legale

-        Indirizzi Unità Locali

 

 

Share
Portale Uni.Co.